MEZZA ITALIA BRUCIA, INCENDI OVUNQUE. IN SICILIA CENTINAIA DI EVACUATI

L’Italia brucia, non solo per le alte temperature. Roghi e incendi stanno interessando tutta la penisola: solo nella giornata di oggi sono stati finora 37 i focolai che hanno impegnato i Canadair e gli elicotteri della Flotta aerea anti-incendio boschivo della Protezione civile a supporto delle squadre di terra. Le regioni più colpite sono Sicilia, Basilicata e Calabria, ma roghi sono stati segnalati anche Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise e Puglia.

incendi, sicilia, italia, caldo, caltanissetta,news,notizie,italia,Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise ,Puglia,Toscana, Lazio,Sardegna,Sicilia, Basilicata e Calabria,

SICILIA A FUOCO Sono ben 17 gli incendi segnalati a partire da stamattina in Sicilia, dei quali 10 di vaste proporzioni. Il fuoco è alimentato dalle alte temperature e dal vento che in alcuni casi ha portato le fiamme ai limiti dei centri abitati: oltre cento persone sono state evacuate dalle loro abitazioni al Villaggio Santa Barbara vicino Caltanissetta. Stanno intervenendo elicotteri della Forestale e Canadair della Protezione Civile, oltre al personale dei vigili del fuoco. Un altro vasto rogo è scoppiato a Canicattini Bagni in provincia di Siracusa.
Continua a rimanere difficile la situazione in provincia di Palermo dove i fronti al momenti piu’ vasti divampano a Monreale, Palazzo Adriano, nell’area del bosco di Ficuzza, a Campofiorito e a Borgetto.
19 ROGHI ANCORA ATTIVI
A seguire nella classifica delle “regioni ardenti” ci sono Basilicata e Calabria con 5 richieste d’intervento ognuna, Toscana, Lazio e Sardegna con 2 a testa, mentre Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise e Puglia hanno presentato una richiesta. Al momento, sono 19 gli incendi ancora attivi, distribuiti tra Toscana, Lazio, Molise, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia, stanno impegnando i piloti dei velivoli antincendio. Il lancio di acqua e liquido ritardante e estinguente proseguirà finché le condizioni di luce consentiranno di effettuare le operazioni in sicurezza. La Protezione civile ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

MEZZA ITALIA BRUCIA, INCENDI OVUNQUE. IN SICILIA CENTINAIA DI EVACUATIultima modifica: 2012-07-13T03:40:46+02:00da elliaellia
Reposta per primo quest’articolo